Zuppa di pesce alla portodanzese, Anzio

Zuppa di pesce alla portodanzese.

 
Questo è un piatto tipico della tradizione popolare di Anzio, protagonista  del Mare di Roma a tavola, è semplice semplice, ma da leccarsi i baffi:



Ingredienti
(per 6 persone)
200 gr. di seppie, 300 gr. di polpi, 1 Kg di pesce da zuppa (scorfano, tracina, coccio, trance di palombo, lucerna, marmora), 300 gr. di cozze e vongole veraci, 800 gr. di pomodori pelati, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, olio, aglio peperoncino, sale, un’alice salata, 500 gr. di fette di pane raffermo.
Preparazione
Tagliare le seppie e i polpi e farli rosolare in un soffritto di olio, aglio e peperoncino, spruzzare con il vino e farlo evaporare, aggiungere l’alice salata ed i pomodori e far cuocere a pentola scoperta per circa 30 minuti. Aggiungere quindi il pesce (pulito) e, pochi minuti dopo, le cozze, le vongole e far cuocere ancora per 15 minuti. Adagiare sul pane il pesce ed irrorare con il sugo. Cospargere di prezzemolo e servire immediatamente.

Storia
Durante la guerra, quando le paranze, non potevano uscire in mare, facevano la zuppa mettendo nella casseruola un pezzo di scoglio con attaccate le patelle e le alghe, e usavano il procedimento della zuppa, una volta che il sugo era pronto, buttavano via lo scoglio, e condivano il pane raffermo con il sugo. Da queste usanze, con gli anni, nacque questo piatto tipico della tradizione Anziate.